Girlanda: Terrorismo finanziario da agenzie di rating

Finalmente tutti si rendendo conto della gravitą e della parzialitą dei giudizi di merito delle agenzie di rating

Rocco Girlanda

"Sono contento che finalmente tutte le forze politiche e le categorie economiche e produttive si stiano rendendo conto della gravità e della parzialità dei giudizi di merito delle agenzie di rating, dal momento che neanche un anno fa sembrava una questione legata unicamente alla presenza di Silvio Berlusconi". 


E’ quanto ha dichiarato Rocco Girlanda, deputato del Pdl della commissione bilancio e primo firmatario della proposta di legge sull’istituzione di una commissione di inchiesta sull’affidabilità e l’imparzialità delle agenzie di rating. "Quando presentai la mia proposta di legge la delicatezza di questo tema veniva sottolineata unicamente dal Pdl e perciò considerata uno stratagemma politico per difendere il Presidente Berlusconi. Ora, finalmente, tutto il panorama politico nazionale, persino l’Abi, è d’accordo nel ritenere dannose queste agenzie private, che colpiscono con i loro giudizi non sempre trasparenti ed imparziali Stati sovrani, banche ed imprese. Questo vero e proprio terrorismo finanziario  deve assolutamente cessare e l’attività di queste società, i cui azionisti sono legati tra loro e sono attori e protagonisti dei mercati finanziari mondiali, deve essere regolata, e soppesata da analoghe istituzioni di carattere pubblico come, ad esempio, un’agenzia unica europea. Negli ultimi mesi - conclude Girlanda - abbiamo avuto molteplici esempi del potere distruttivo di queste agenzie, che danneggiano quotidianamente le politiche economiche degli Stati e delle imprese e, di conseguenza, il popolo ed i grandi sforzi che i governi europei stanno chiedendo ai cittadini per arginare il debito sovrano dilagante".

 

Altre notizie