Sacconi: Lontani dall'agenda bioetica di Bersani, valori non negoziabili

Ci dividono in particolare la regolazione dell'origine e della fine della vita

Maurizio Sacconi"L’agenda bioetica declinata dal segretario del Partito democratico Bersani é ben diversa da quella istituzionalmente declinata dal Governo Berlusconi e più volte ribadita dal Popolo della libertà". Lo ha affermato Maurizio Sacconi, ex Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. "Ci dividono in particolare la regolazione dell’origine e della fine della vita, la tutela del diritto all’alimentazione e idratazione delle disabilita gravi, il rapporto tra scienza ed etica e la definizione pubblicistica dell’istituto familiare. E nel tempo che viviamo ancor più i valori non negoziabili della persona e la conseguente visione antropologica costituiscono la base di ogni programma politico. E’ questo il fondamento sul quale si possono rincontrare tutti i moderati, i riformisti e gli autonomisti".
Altre notizie