Bernini: Contro Berlusconi accanimento persecutorio

La nota del portavoce vicario del Pdl

Anna Maria Bernini

"L’accanimento é diventato persecutorio e a tenaglia. Da un lato i giudici di Milano dispongono per Berlusconi la visita fiscale in ospedale, dall’altro l’Anm dichiara incostituzionale la critica all’uso politico della giustizia e ogni libera manifestazione a garanzia dell’imparzialità della magistratura. A sfidare la Costituzione sembra proprio quell’Anm, che nega agli italiani alcuni fondamentali principi di libertà.

L’art.17 stabilisce che i cittadini hanno il ’diritto di riunirsi’, salvo ’comprovati motivi di sicurezza e di incolumità pubblica’; l’art. 21 assicura a tutti ’il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione’. Il presidente dell’ Anm, Rodolfo Maria Sabelli, sembra ignorare che la libertà di pensiero, e quindi di critica (la casta dei magistrati si considera ’critiche esente’?), non riguarda la magistratura in quanto tale, che ha tutto il nostro rispetto, ma uno spregiudicato uso politico della giustizia e l’accanimento nei confronti di un uomo che ha presieduto tre G8, é stato più volte presidente del Consiglio e capo dell’opposizione, ed é tuttora il leader del centrodestra. I giudici di Milano, con la visita fiscale di oggi a Berlusconi, hanno inflitto un’umiliazione ai 9 milioni di cittadini italiani che lo hanno votato”.

Altre notizie