Vicari: Il segreto istruttorio vale solo per Berlusconi

La nota della senatrice del Pdl

vicari

“In Italia la giustizia è soggettiva e relativa, visto che la violazione del segreto istruttorio vale solo per Silvio Berlusconi.

E la conferma giunge dalla sentenza Unipol e dall’aggressione che quotidianamente i magistrati riservano al presidente. Infatti ogni giorno sui giornali sono pubblicate le più disparate intercettazioni, che escono direttamente dai tribunali, e che palesemente  violano quel segreto istruttorio che, invece, sembra valere solo per Berlusconi. Per mesi abbiamo assistito al massacro mediatico sia del leader del Pdl, con addirittura anche la pubblicazione dell’audio delle conversazioni telefoniche, e sia del presidente della Repubblica. E mai nessun magistrato ha ritenuto necessario intervenire per fermare tutto ciò. Nessuna indagine, sempre tutto lecito. Però se c’è la possibilità di colpire Silvio Berlusconi, allora tutto diventa illegale e si imbastisce un grande processo. Tutto ciò conferma che con questo sistema giudiziario non è possibile andare avanti, e che bisogna avviare una seria e decisa riforma della giustizia”. Lo ha dichiarato la senatrice Simona Vicari, Commissario provinciale del Pdl a Palermo.

Altre notizie